Clima

ll Pakistan ha un clima tendenzialmente arido, con alcune caratteristiche simili a quelle mediterranee, ben distinto perciò dal clima tropicale monsonico prevalente in India. Sul territorio gli influssi monsonici dell’Oceano Indiano giungono assai attenuati e si fanno sentire soprattutto sui versanti himalayani (le masse d’aria provenienti da SE hanno ormai scaricato quasi tutta la loro umidità sull’India) mentre il Pakistan è aperto ai venti caldi e asciutti di SW.

Praticamente d’estate piove pochissimo, almeno su gran parte del Paese. Più rilevanti sono invece le precipitazioni invernali, determinate dal regime di basse pressioni che si forma ai margini delle alte pressioni continentali, così come nel Mediterraneo. Le precipitazioni annue complessive variano alquanto da zona a zona: in tutta la sezione centrale e meridionale del Paese non superano i 400 mm; si elevano un po’ nel Punjab (a Lahore 630 mm) e più considerevolmente sui primi rilievi (Rāwalpindi, 1200 mm). In media però raramente superano i 500 mm annui e in alcune zone non raggiungono neppure i 200 mm (Karachi, 100 mm).

Dal punto di vista termico si può parlare per il Pakistan di un clima di tipo continentale, specie nella pianura dell’Indo, dove le temperature sono elevate, con sensibili differenze tra gennaio (quando si fanno sentire le fredde correnti continentali da N) e luglio: rispettivamente a Lahore si passa da 17 a 30 ºC; a Multān, più a S, da 19 a 32º C. Nelle zone montuose si hanno le stesse escursioni stagionali, però con valori nettamente più bassi. Diverse sono le condizioni nella fascia costiera: a Karāchi, per l’azione mitigatrice dell’oceano, sono più elevate le temperature dei mesi freddi con medie di 22-23 ºC e assai più basse quelle dei mesi estivi (28 ºC).

Il clima pakistano può essere diviso in tre stagioni: fresca (da ottobre a febbraio), calda (da marzo a giugno) e umida (da luglio a settembre). Ovviamente tra una regione e l’altra ci sono molte differenze. Al sud nella stagione fresca la temperatura non scende mai troppo, mentre nelle montagne del nord di notte si gela. La stagione calda è umida e soffocante al sud, ma è più piacevole al nord. Nella stagione umida l’ultima propaggine dei monsoni inzuppa la striscia del Punjab compresa tra Lahore e Islamabad. All’estremo nord piove poco perché quasi tutte le nuvole sono bloccate dalle alte montagne (da tenere a mente per chi fa trekking).