Trasporti

La rete stradale non è sempre adeguata, ad eccezione di alcune principali autostrade e, soprattutto, nelle aree rurali e montuose. In queste ultime, sono frequenti frane e smottamenti. La guida a destra e l’atteggiamento di vari conducenti locali possono comportare notevoli rischi per i viaggiatori. Si consiglia in particolare di evitare spostamenti nelle ore notturne e di servirsi di mezzi di trasporto o di autisti affidabili. La maggior parte dei voli provenienti dall’Europa e dall’Asia atterra all’aeroporto di Karachi, ma ci sono collegamenti internazionali anche per Islamabad, Lahore, Peshawar, Quetta e Gwadar (in Baluchistan). È sicuramente più interessante entrare in Pakistan via terra: Lahore attraverso Amritsar è collegata alla rete ferroviaria indiana; un’altra linea parte da Quetta e arriva in Iran. La strada pakistana più famosa, dopo la Grand Trunk Road, è la Karakoram Highway che valica il Passo di Khunjerab a 4.730 m e che proviene dalla Cina; altre strade internazionali collegano il Pakistan all’India e all’Iran. Quattro volte a settimana parte da Delhi un autobus per Lahore. Per arrivare in nave a Karachi si può prendere un cargo da Bombay o da alcuni porti mediorientali.

Trasporti interni:
Aereo: Pakistan International Airlines (Pia) offre collegamenti tra i principali centri della regione, tra i quali Islamabad, Karachi, Lahore, Multan, Peshawar e Quetta.

Autobus e minibus: visitare il Pakistan con questi mezzi non è sempre confortevola ma di certo economico. Sono numerose le compagnie di autobus e risultano essere molo utilizzati per gli spostamenti interurbani; le compagnie principali sono Daewoo, New khan Road Runners e Skyways.

Poi ci sono i tipici autobus pakistani considerati più un’opera d’arte che mezzi di trasporto. I minibus, poi, percorrono le tratte regionali e a lunga distanza. Automobile: è possibile noleggiare l’auto con l’autista, soprattutto fuoristrada per le zone più impervie e le strade di montagna. Anche la bicicletta risulta essere un mezzo molto utilizzato, oltre agli autorisciò utilizzati al posto dei taxi. Treno: il Pakistan ha circa 13.000 Km. di ferrovia; i treni spesso sono molto affollati e si consiglia di informarsi sempre prima sulle corse giornaliere dal momento che, molte volte, possono essere cancellati o in ritardo.

Dall’Europa:
diverse compagnie aeree hanno voli per il Pakistan più volte la settimana: British Airways, Emirates Airlines, Gulf Air, Kuwait Airways e Pakistan Airline.

Viabilità:
Patente: è richiesta la patente internazionale

Assicurazione:
Rca obbligatoria. Poiché non viene riconosciuta alcuna assicurazione estera, il visitatore può richiedere una assicurazione a breve termine all’arrivo in Pakistan, anche tramite l’AAP (Automobile Association of Pakistan).

Si ricorda a chi guida all’estero un’auto non propria che è consigliabile avere una delega a condurre del proprietario con firma autenticata presso un notaio.

Un veicolo a motore può essere importato temporaneamente sotto garanzia di un carnet di passaggio in dogana (CPD). La durata normale di un’importazione temporanea è di 3 mesi.  Può essere prorogata dal Central Board of Revenue in casi particolari.  La domanda di proroga deve essere presentata prima della scadenza dei 3 mesi regolamentari. Per ulteriori informazioni sul CPD si consiglia di consultare il seguente link: www.aci.it/index.php?id=2090
N.B.: Per circolare con un veicolo temporaneamente importato è richiesto il Certificato internazionale d’immatricolazione (da richiedersi presso la Motorizzazione Civile.

Norme di guida
Senso di marcia: guida a sinistra, sorpasso a destra.
Casco di protezione per motociclisti: obbligatorio per guidatore e passeggero
Luci: devono essere accese mezz’ora dopo il calar del sole fino a mezz’ora prima dell’alba, o comunque quando la visibilità sia ridotta per foschia, nebbia, pioggia o tempesta di sabbia.  I fari abbaglianti possono essere utilizzati solo al di fuori dei centri abitati.  Prima di effettuare il sorpasso, durante la notte, il conducente deve indicare tale intenzione facendo delle segnalazioni con i fari. Tasso alcolemico nel sangue: la guida sotto l’influenza dell’alcool è severamente vietata. Chiunque sia sospettato di guidare in stato di ubriachezza viene immediatamente accompagnato da un medico del servizio di polizia per un test di rilevamento.  In base al rapporto di detto medico, può essere avviato procedimento giudiziario.
Autostrade: a pedaggio.